Animali, Deliri, Etica, News and go

Gli acquari della morte

14 Mar , 2016  

Gli acquari della morte

Gli acquari della morte

Sapete come sono catturati i pesci tropicali?

Questi pesci vengono dallo Sri Lanka, Filippine, Indonesia, Figi, Kenia, per catturarli usano il cianuro di sodio, una sostanza tossica usata dai pescatori di frodo ed è ovviamente illegale, i pesci sono storditi e catturati per poi essere venduti nel mercato occidentale.

Oltre al danno faunistico marino, ci sono anche i danni collaterali alla barriera corallina, l’habitat naturale e l’inquinamento generale degli oceani, il tutto perché ci sono ancora dei ….. che pensano che tenere in un acquario, in gabbia o incatenati gli animali sia perfettamente normale!

Ogni anno catturano 12,5 milioni di pesci tropicali, e arrivano negli Stati Uniti per poi rivenderli nel mercato occidentale, la cui stima si aggira intorno ai 200 milioni di dollari l’anno, tanti soldi per dei pesciolini che fanno sicuramente gola agli squali famelici di soldi!

Questo sta innescando un fenomeno nuovo, molti pescatori stanno mutando la loro attività, da pesca alimentare a quella del commercio di specie rare o comunque da vendere per gli acquari, quest’attività scatenerà senz’altro altri disastri ambientali e probabilmente la scomparsa prematura di qualche specie, fino a completa estinzione della fauna marina.

I pesci come tutti gli altri animali vanno lasciati nel loro habitat, chi li acquista oltre che essere un demente è anche complice della morte di altri pesci e del disastro ambientale che provoca questa lucrosa attività illegale!

L'Etica della Vita
Siamo uomini o embrioni?
€ 12
Etica Oggi
Fecondazione eterologa, «guerra giusta», nuova morale sessuale e altre grandi questioni contemporanee
€ 10
Il Nutrimento Etico
€ 9
Bellezza Etica, Etica delle Bellezza
Tra natura, salute e rispetto

Voto medio su 1 recensioni: Mediocre

€ 18

costozero

Il web per passione ... vegan per la vita!

More Posts - Website

, , , , , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.